Valore D in Wolf System!

Come approfonditamente spiegato in un articolo del Sole24ore del 6 luglio scorso (https://alleyoop.ilsole24ore.com/2021/07/06/donne-stem-italia/), in italia purtroppo solo il 18,9% delle laureate ha scelto discipline STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics).
Nonostante le ragazze si laureino in corso e in media con voti più alti dei compagni maschi, una volta entrate nel mondo del lavoro non ottengono gli stessi risultati, in termini di occupazione e di retribuzione.

Da questo punto di vista Wolf System è un passo avanti e tra le sue preziose risorse umane annovera tante ragazze che hanno scelto un percorso di formazione e di lavoro solitamente occupato da colleghi uomini.

Nel solo reparto capannoni sono ben 4 le donne ingegnere assunte e che si occupano di diversi ambiti progettuali.

In questa pagina siamo lieti di presentarle fornendo informazioni sul loro percorso formativo e il ruolo ricoperto da ognuna in azienda.

ING. GIULIA RONZANI
Nata a Schio (VI) nel 1990

Formazione: Laurea in Ingenera Edile-Architettura presso l'Università degli Studi di Trento 

Ruolo in azienda: ingegnere strutturista – reparto capannoni agricoli e industriali

Anno di assunzione: 2019 
Mi sono laureata in Ingegneria Edile-Architettura presso l’Università degli Studi di Trento nel 2018 con una tesi sulla sperimentazione di un solaio collaborante in legno.Successivamente ho proseguito la formazione professionale in uno Studio Tecnico, che mi ha permesso di confrontarmi con la piccola realtà della città natale, dove esamino diverse tematiche nel campo delle strutture tradizionali in muratura.Nel maggio 2019 entro a far parte di Wolf System come tecnico per la progettazione integrata e l’elaborazione di progetti esecutivi di case prefabbricate in legno.
A febbraio 2021 sono la prima donna ingegnere ad entrare nel reparto di progettazione strutturale di capannoni agricoli e industriali, dove mi occupo di dimensionamento e ottimizzazione di sistemi costruttivi in acciaio/legno.
 
Cosa ti ha spinta a studiare ingegneria? 
Prediligendo la matematica ed il disegno, sia artistico che tecnico, ho deciso di iscrivermi al corso di Ingegneria Edile-Architettura trovando il giusto compromesso tra arte e scienza.Nel corso degli studi universitari, mi sono resa conto di avere maggiori attitudini all'ingegnerizzazione delle strutture piuttosto che alla progettazione architettonica, cosicché negli ultimi due anni di formazione accademica ho arricchito il mio piano di studi con corsi di calcolo strutturale. In particolare ho deciso di specializzarmi nell’ambito delle strutture in legno, col sogno di arrivare un giorno a far parte di una grande azienda esperta in quel settore. 
Sei soddisfatta della tua posizione lavorativa?
Seppur sia consapevole che in molte realtà lavorative le donne siano spesso vittime di discriminazione, ho creduto fin dall’inizio nelle mie capacità e, senza sentirmi in soggezione, sono riuscita a perseguire i miei obiettivi in un ambito considerato prettamente maschile. Ogni giorno avverto la fiducia che Wolf System ripone in me. Questo mi permette di lavorare sentendomi a mio agio, esprimendo liberamente le mie opinioni e confrontandomi apertamente con i colleghi.
ING. CHIARA CIANI

Nata a Faenza nel 1991

Formazione: Ingegneria dei processi e sistemi edilizi

Corso di laurea: Scienza e tecniche dell’edilizia

Corso di laurea magistrale: Historic Building Rehabilitation

Ruolo in azienda: Disegni esecutivi

Ho intrapreso percorsi di studi tecnici perché di mio maggiore interesse rispetto a percorsi più astratti; questa mia scelta di studi nell’ambito edile e passione per il settore agricolo ed equestre, mi hanno permesso di poter lavorare in Wolf System.
Qui posso approfondire ed incrementare le mie conoscenze tecnico professionali e attraverso i disegni esecutivi anche tutti i requisiti che una stalla, scuderia, maneggio
devono avere in funzione degli animali e attività annesse;
così per il settore ippico mi é stata data la possibilità di mettere in gioco le mie competenze equestri.  

ING. MARTA GECHELIN

Ingegnere edilePresales Engineer all’interno dell’area commerciale – settore industria di Wolf System Srl. 

Dopo la laurea in Ingegneria dei Sistemi Edilizi nel 2016 è stata Dottoranda di Ricerca presso il Politecnico di Milano dove collabora col team che si occupa di Real Estate Management con cui svolge ricerca sul tema dell’ottimizzazione della gestione immobiliare fino al 2018 quando si trasferisce in Alto Adige. 

Dal 2018 al 2020 lavora in un’azienda che si occupa di sistemi prefabbricati in calcestruzzo fornendo supporto tecnico ai consulenti tecnici-commerciali durante l’intero processo di vendita. 

Nell’ultimo anno continua la sua formazione tecnico-commerciale nell’area vendite alla Wolf System Srl dove redige la documentazione utile al confezionamento delle offerte interfacciandosi con la direzione commerciale, l’ufficio acquisti e i Project Manager. 

Cosa ti ha spinta a studiare ingegneria? 
Alle superiori ho frequentato il liceo artistico. Nutrivo grande passione per l’architettura ma anche per la matematica. Così, mi sono “lanciata” e mi sono iscritta alla facoltà di ingegneria informata, ma non del tutto consapevole, delle difficoltà che avrei incontrato sia per quanto riguardo lo studio sia per aver scelto una facoltà considerata “da maschi”. 

In base alla tua esperienza, hai avuto la percezione che la disparità di genere sia ancora forte? 
Nonostante la maggioranza maschile, durante la formazione accademica non mi sono mai scontrata con il divario di genere ma all’ingresso nel mondo del lavoro ho notato che certi vecchi pregiudizi non sono ancora superatiCosì non sono mancati i colloqui in cui mi è stato chiesto se avessi in programma la maternità nonostante sia ormai anacronistico pensare che i figli siano un “carico” solo materno. La consapevolezza del Gender Gap deve tradursi in azioni concrete per riuscire a colmare lo svantaggio femminile. In questo scenario, le aziende hanno un ruolo cruciale poiché possono promuovere il cambiamento delineando obiettivi chiari e quantificabili.  

Cosa significa essere un ingegnere donna in Wolf System Srl? 
In azienda c’è una buona proporzione tra la componente femminile e maschile ma nel mio team sono l’unica donna. Non mi sono mai sentita esclusa dal gruppo e sono sempre stata apprezzata e giudicata per le mie competenze e la mia professionalità. 

ING. ELISA BALDI

Nasce a Bologna il 28 luglio del 1992; vive la sua infanzia e adolescenza in un piccolo paesino della Provincia di nome Castiglione dei Pepoli, dove frequenta il Liceo Scientifico ISICAST Caduti della Direttissima.

Cresciuta in una famiglia di progettisti e impresari edili dell’Appennino Bolognese, fin da piccola viene catapultata nel mondo delle costruzioni, consapevole che sia un ambiente “per soli uomini”.

La passione che le ha trasmesso la famiglia per il settore, il forte interesse per la matematica, la fisica,  il mondo dell’architettura e il design la spingono in questa sfida, intraprendendo studi tecnico-scientifici e ingegneristici, con l’obiettivo di diventare una grande professionista.

La sua formazione continua all’Alma Mater Studiorum di Bologna, dove si laurea nel 2018 in Ingegneria Civile-Curriculum Strutture, approfondendo il suo percorso di studi con una tesi sperimentale relativa agli interventi di consolidamento sugli edifici esistenti mediante l’utilizzo di sovrastrutture lignee.
Iscritta all’Albo degli Ingegneri di Bologna dal 2020, inizia il suo percorso professionale lavorando all’interno di uno studio tecnico della sua città natale dove ha l’occasione di collaborare nella progettazione di interventi di riqualificazione e adeguamento sismico degli edifici.

Nell’Aprile 2021 si trasferisce in Alto Adige, dove intraprende un iter formativo all’interno della tanto sognata Wolf System Srl, che le ha permesso di unire la sua passione per la montagna al suo interesse per le strutture in legno. All’interno della stessa si occupa di progettazione strutturale al fine di dimensionare e ottimizzare le strutture portanti dei capannoni agro-industriali di cui l’Azienda è specializzata.

 

Cosa vuol dire per te essere un ingegnere donna alla Wolf System?

Per me è un onore essere un ingegnere all’interno di una grande Azienda come la Wolf System che mi sta dando la possibilità di crescere professionalmente e di avere una formazione ad hoc per questo mestiere. Il clima è molto confortevole e sereno e, nonostante l’impronta del mio ruolo sia considerata puramente maschile, non mi sono mai sentita inferiore rispetto ai miei colleghi, i quali mi apprezzano e giudicano per le mie competenze e per la mia professionalità.